Chi sono?

Il mio nome è Andrea Benvenuto e il mio Viaggio mi porta a camminare sulle strade che conducono a tutto quello che è “altro”. Affiancandomi su questo cammino, mi aiuterai ad avanzare verso un Grande Sogno: costruire tutti i ponti necessari per raggiungere e sperimentare chi siamo veramente.
Per fare questo ci muoveremo attraverso due principi importanti.

Il corpo è al centro

Tutto parte dal corpo, che è l’essenza della nostra azione nel mondo, della nostra esperienza, è lo strumento di manifestazione dei nostri sogni.
Su ogni sentiero che potremo percorrere insieme non perderemo mai il contatto con tutto ciò che può prendere spazio e forma nel nostro corpo.
Negli anni ho esplorato tanti suoi linguaggi, principalmente con l’espressione artistica attraverso il mestiere dell’attore e del teatroterapeuta.
I linguaggi espressivi teatrali offrono un accesso ai misteri del corpo, dove si svelano i suoi poteri di contenimento, di struttura, di azione, di relazione, la sua capacità di trascendere se stesso e farsi specchio di tutto ciò che è altro, di tutto ciò che è oltre.
è per questo che nessun tipo di percorso di crescita personale può escludere anche solo una qualsiasi delle cellule che compongono la nostra esperienza fisica: il corpo è il custode dell’immagine dell’Universo, contiene tutte le domande e tutte le risposte.

 

La relazione è nutrimento

La nostra vita inizia con grandi movimenti di separazione.
Abbandoniamo il mondo dello spirito e manifestiamo la nostra presenza nel mondo e lo facciamo con un ulteriore divisione, quella dal grembo materno, per poi portarci sul nostro cammino questa grande illusione di essere separati dal resto.
Lavorare insieme prevederà sempre un entrare in relazione con qualcuno o qualcosa, perché relazionarsi è un percorso di profonda trasformazione, perché oguno di noi è parte di un tutto che ha indossato la maschera della frammentazione.
Sono molte le esperienze che ho fatto e che mi hanno permesso di guardare dietro questa maschera e ritrovare, così, uno sguardo in attesa di essere reintegrato. Grazie principalmente alla Pratica Sciamanica, ho riaperto il canale per comunicare innanzitutto con me stesso, con tutte quelle parti di me che sembravano perdute nella mia storia, nei miei traumi, che parevano rubate o cedute. Ho accolto un mondo fatto di vita, che semplicemente si esprime in modalità diverse da quella umana, e ho aperto il dialogo con tutti gli altri spiriti della natura che ci camminano costantemente accanto, offrendoci la mano.
Grazie poi allo studio della disciplina delle Costellazioni Sistemiche possiamo acquisire degli strumenti preziosissimi per sanare le nostre relazioni e attingere al nutrimento che deriva dal nostro essere uno con il tutto.

 

Il resto sarà complessità aggiunta dalle nostre storie personali, che si andranno a intrecciare e a creare ciò che di unico riusciremo a fare.